Notice: Undefined index: id in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: id in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: std in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: id in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: id in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: std in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: id in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: id in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: std in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\themes\lightword\functions.php on line 323

Notice: Undefined index: na in D:\inetpub\webs\aixtudit\ita\wp-content\plugins\newsletter\plugin.php on line 674
Aixtud « associazione italiana per la tutela dei disabili e dei diritti
Aixtud
8mag/190

Il diritto al gioco e allo sport dei bambini e dei ragazzi con disabilita’

7 Maggio 2019 @ 18:29 - Diritti

Ragazzi di cui si vede solo l'ombra (tra cui uno in carrozzina) che giocano con una pallaoOrganismo istituito nel 2011 (Legge 112/11), per assicurare a livello nazionale l’attuazione e la tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti, secondo le disposizioni della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (ratificata dall’Italia due anni dopo, con la Legge 176/91), l’AGIA (Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza) presenterà nella mattinata del 9 maggioRoma, presso la Sede del Parlamento del CNEL (Viale Lubin, 2), il documento intitolato Il diritto al gioco e allo sport dei bambini e dei ragazzi con disabilità, frutto del lavoro di una Consulta di associazioni e organizzazioni, presieduta dalla stessa Autorità Garante, e con il supporto tecnico dell’Istituto degli Innocenti.

Ad aprire i lavori sarà Filomena Albano, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, mentre Lucia Chiappetta Cajola, prorettore vicario dell’Università Roma Tre e Antonella Costantino, presidente della SINPIA (Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza), presenteranno il documento citato, oltre ad illustrare le raccomandazioni rivolte in tale àmbito dall’AGIA a Governo, Regioni, Comuni, Servizi, scuole, rappresentanti del Terzo Settore, operatori dell’informazione e della comunicazione, ordini professionali e associazioni.
Seguiranno le testimonianze dello youtuber Cris Brave (in video), di atleti e di esponenti dell’associazionismo.
È quindi prevista una tavola rotonda di Esperienze a confronto, con la partecipazione di Michele Sciscioli (Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio), Clelia Caiazza (Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), Luigi Mazzuto (coordinatore della Commissione Politiche Sociali della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome), Andrea Venuto (rappresentante dell’ANCI-Associazione Nazionale Comuni d’Italia e delegato all’accessibilità di Roma Capitale) e Francesco Silipo (incaricato nazionale dell’AGESCI).
I lavori saranno moderati da Federico Pasquali, giornalista e media relations della FIPIC (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: eventi@garanteinfanzia.org.

Articolo stampato da Superando.it: https://www.superando.it

URL di questo articolo: https://www.superando.it/2019/05/07/il-diritto-al-gioco-e-allo-sport-dei-bambini-e-dei-ragazzi-con-disabilita/

7mag/190

Bene le cure dentistiche, ora anche tutto il resto

6 Maggio 2019 @ 18:15 - Salute

Intervento odontoiatrico su una persona con disabilità

Intervento odontoiatrico su una persona con disabilità

«Ora vogliamo un ulteriore impegno affinché ciò che oggi si è ottenuto in campo odontoiatrico possa verificarsi per tutte le prestazioni mediche con una vera presa in carico e un percorso adattato ai pazienti con disabilità gravissima»: lo dichiara Claudio Ferrante, presidente dell’Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo, protagonista di una lunga battaglia volta ad ottenere le cure odontoiatriche, anche preventive, per persone con disabilità grave, definite “pazienti non collaboranti”, come il giovane Giacomo, che per eliminare il dolore provocato da una carie, avrebbe dovuto aspettare bene sette mesi.
«Abbiamo denunciato il caso – spiega Ferrante -, ottenendo l’interessamento di Nicolettà Verì, assessore regionale alla Sanità e una presa in carico della persona da parte del Dipartimento Chirurgico di Odontostomatologia dell’Ospedale di Lanciano (Chieti), reparto che riteniamo debba essere incrementato con uomini e mezzi, per consentire un lavoro a pieno regime. Sin dai prossimi giorni, quindi, il ragazzo potrà essere operato».
Altro risultato concreto, nel medesimo àmbito, è che finalmente sono stati attivati ambulatori odontoiatrici con frequenza bisettimanale, presso gli Ospedali di Popoli (Pescara) e Pescara, con personale specializzato in grado di ricevere pazienti da tutta la Regione, ed è già possibile effettuare le prenotazioni.

Nell’esprimere, quindi, piena soddisfazione, il Presidente delle Carrozzine Determinate, come sottolineato inizialmente, ribadisce che durante un prossimo incontro in Regione rinnoverà la richiesta di «un protocollo medico generalizzato per i pazienti fragili e le persone con disabilità in ogni àmbito sanitario e non solo in quello dentistico. Già nel mese di aprile dello scorso anno, infatti, presentammo all’allora assessore regionale alla Sanità Silvio Paolucci la richiesta di una stanza multisensoriale all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Pescara – considerato anche che esso è in fase di ristrutturazione e ampliamento – per i pazienti con autismo o con altre forme di disabilità gravissime, così come la richiesta di un protocollo per la presa in carico di tutti i soggetti fragili, per ogni tipo di prestazione sanitaria». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: carrozzinedeterminate@hotmail.it.

Articolo stampato da Superando.it: http://www.superando.it

URL di questo articolo: http://www.superando.it/2019/05/06/bene-le-cure-dentistiche-ora-anche-tutto-il-resto/

18apr/190

Una Circolare dell’INPS sui congedi retribuiti

17 Aprile 2019 @ 11:58 - Diritti

Persona di spalle che spinge una persona con disabilità in carrozzinaNon rilevantissima, ma pur degna di nota, è una novità riguardante la concessione dei congedi biennali retribuiti riconosciuti ai lavoratori che assistono le persone con disabilità. Essa deriva dalla Circolare n. 49 del 5 aprile scorso, con cui l’INPS ha recepito la Sentenza 232/18 della Corte Costituzionale, fornendo le conseguenti indicazioni applicative per i dipendenti del settore privato (mancano invece, almeno per ora, indicazioni per i dipendenti pubblici).
Quella Sentenza aveva riconosciuto l’illegittimità costituzionale di un particolare aspetto della norma che disciplina la concessione dei congedi retribuiti, legandoli, per tutti i familiari che non siano i genitori, al vincolo della convivenza.
Ebbene, la citata Circolare dell’INPS, nel recepire le indicazioni della Corte Costituzionale, prevede che possa ottenere i congedi anche uno dei figli non ancora conviventi con la persona disabile in situazione di gravità, quando tale convivenza si instauri successivamente, nel caso in cui «il coniuge convivente o la parte dell’unione civile convivente, entrambi i genitori, i figli conviventi e i fratelli o sorelle conviventi , i parenti o affini entro il terzo grado conviventi siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti». (S.B.)

Sul tema trattato, suggeriamo la lettura dell’approfondimento (a questo link) curato dal Servizio HandyLex.org.

Articolo stampato da Superando.it: http://www.superando.it

URL di questo articolo: http://www.superando.it/2019/04/17/una-circolare-dellinps-sui-congedi-retribuiti/